Pubblicato il

Meglio un sito con struttura a sotto-domini oppure a sotto-directory?

Domanda classica che turba da sempre i sonni di webmaster, blogger o SEO: è meglio una struttura del sito a sottodomini oppure a sottodirectory?

In generale non esiste una configurazione migliore dell’altra in termini di ottimizzazione per i motori di ricerca: sia la struttura a directory (salvatorecapolupo.it/prova) che quella a sottodomini (prova.salvatorecapolupo.it) sono adatte a fare una buona SEO, e permettono di effettuarla egregiamente – a patto che ci siano buoni contenuti all’interno, e siano rispettati i vari requisiti base. Al tempo stesso, tuttavia, come suggerito anche da John Mueller di Google nel video successivo, è opportuno optare per la configurazione più facile da mantenere per il webmaster (e tenere conto che su alcuni web hosting è supportata meglio una caratteristica piuttosto che l’altra: anche qui, meglio chiedere a loro direttamente).

Ad esempio, se create un multisito in WordPress, potrete optare facilmente per una delle due configurazioni: in genere io suggerisco sempre la struttura a directory per i principianti e quella a sottodomini per quelli un po’ più skillati professionalmente, non fosse altro che è più facile da gestire, è più semplice da mantenere e supporta operazioni come la migrazione da un hosting all’altro senza dover mai toccare il pannello DNS (che è tipicamente una delle cose più complesse da configurare per i webmaster meno esperti).

LEGGI ANCHE:   La prima pagina su Google non può essere la tua ossessione

Ricordatevi che per Google una struttura vale l’altra (quindi per la SEO pure), e che a livello di Search Console i sottodomini vanno inseriti e registrati come proprietà individuali, come se fossero siti diversi insomma, mentre con la struttura a sottodirectory ne basta solo una (ed in questo la struttura a directory è ancora una volta preferibile come gestione: è più facile da configurare anche la Search Console).

Pubblicità

Ti serve un articolo scritto bene? Richiedimelo ora! SEO Copywriting professionale

Pubblicità

Hosting WordPress? Nessun problema, c'è SiteGround

La spiegazione ufficiale arriva nel video successivo, direttamente da John Mueller di Google.

Originally posted 2017-12-28 21:34:11.

Ti potrebbero interessare

Verifica indicizzazione sito – Basta un clic... Verifica all'istante la posizione sui motori di ricerca: Google e Bing del tuo sito. Come si usa Scrivi nella casella di testo il nome del sito; ...
url limitato da robots.txt: che cosa fare In alcuni casi potrebbe presentarsi la notifica di errore "url limitato da robots.txt", specificatamente nell'ambito della Search Console di Google (l...
Tu clicchi, io guadagno – Il mito dei banner... Sono anni che sono diffusi moltissimi corsi, post su blog, contenuti più o meno a pagamento, banner pubblicitari (che paradosso...), articoli su blog,...