in SEOWolf - Il blog SEO del signor Capolupo

Strategie alternative di link building

La link building è un’attività che richiede tempo da investire, budget e competenze: una triade tutt’altro che banale di cui disporre, ed in cui entrano diverse valutazioni. In molti casi si tende a farsela da soli, spaventati dai costi di una consulenza. Nel pensare questo, in effetti, si finisce per riconoscere alla SEO un valore che effettivamente ha (se costa tanto, vale tanto), ma al tempo stesso si teme di fare attività SEO per nulla (se il consulente non fosse onesto, cosa tutt’altro che rara anche in questo paese). Come fare, allora? Proveremo a rispondere a questa domanda formulando una lista di strategie di link building diversa dal solito, che vada a far capire che in molti casi la bravura del consulente è proprio quella di fare link su misura per il sito.

Prenderemo come esempio il sito di un’ipotetica azienda che vende online macchine da cucire, e cercheremo di capire 3 strategie per prendere link. Alla base di tutto, un minimo di analisi del settore: chi sono le persone che vanno sul sito, quanti soldi hanno da spendere, cosa fanno ed in cosa sono appassionati. Capito questo, stileremo le ricerche tipiche che fanno, e poi procederemo a fare LB o a farla commissionare.

Rispondere ad una domanda su Quora

Se trovate una domanda su Quora – domande e risposte a tema – a tema cucito, ad esempio, potete provare a rispondere in modo argomentato e citando il vostro sito (ad esempio una FAQ su un prodotto) per rispondere. Meglio se non si capisce che siete voi direttamente le persone interessate e che avete a che fare con l’azienda, ovviamente; le auto-markette nella LB fatta bene sono da dimenticare, bisogna saper lavorare e l’unico modo per farlo è quello di entrare a contatto con le community.

LEGGI ANCHE:   La seconda pagina dei risultati potrebbe essere un luogo poco sicuro per nascondere un cadavere

Alla peggio, se la domanda non ci fosse possiamo crearla noi e poi risponderci (o far fare la domanda ad un account e rispondere con un altro). Dai pero’, non si fa: sono cose che fanno i cattivi ragazzi.

Usare una PBN (Private Blog Network)

Se ad esempio l’azienda opera nella zona di Milano, l’idea potrebbe essere quella di potenziare la sua local SEO mediante un pacchetto di link distribuiti su vari domini, se possibile con classe C di indirizzi IP diversa (finezza, al giorno d’oggi in cui i link si vendono “al kg”, ma quando fai seriamente LB devi pensarci). Quindi potremmo pensare in prima istanza di cercare di finire su vari blog e siti di opinioni sui prodotti, sfruttando richieste dirette oppure invitando i nostri clienti a recensirci e a linkare il nostro sito di macchine da cucire.

Sì vabbè, così sono bravi tutti: ma riuscite davvero ad avere un sito a disposizione per ogni singola possibile tematica del vostro sito? Difficile: ed è per questo che conta avere i giusti contatti e che siano anche affidabili. In genere le PBN possono andare bene per le strategie LB, contrariamente a quanto vengano demonizzate: la cosa essenziale è che non siano link farm cioè fabbriche di link in cui la gente posta solo link, magari a chiave esatta, e poi va via senza dire grazie. Alternate la pubblicazione di contenuti davvero utili e che facciano link con articoli mirati, magari, e riuscirete meglio nell’intento.

LEGGI ANCHE:   7 miti da sfatare sulla SEO nel settore adult

Farsi linkare da un forum

Chi usa le macchine da cucire? Di cosa parla? Lasciando perdere i social network sui quali è inutile postare link per la LB, restano solo le community visibili su Google e ricercabili mediante esso. È una domanda da porsi relativamente al settore del sito di cui ci occupiamo. Per cui potremmo pensare di andare in un forum di appassionati di cucito, e dopo aver utilizzato il forum per un po’ in modo neutro (scambiandosi pareri, opinioni e suggerimenti) trovare un thread in cui parlare di un prodotto specifico: senza farla sembrare una marchetta, ovviamente. E non sarà facile, per nulla (e chi ha detto che fare LB lo sia, del resto): ma quei link se rimarranno saranno permanenti e a tema con il nostro sito.

 

 

Strategie alternative di link building
Valutazione: 4/5 basata su 1399 votanti.
Parliamo di SEO: ecco alcuni dettagli su come ottimizzare. Per un preventivo gratis contattami.