in SEOWolf - Il blog SEO del signor Capolupo

Google non prende per forza il valore del title che vuoi tu: ecco perchè

Secondo un diffuso modo di procedere nella SEO, si tende ad apportare spesso delle modifiche al campo <title> di una pagina, il più delle volte mediante plugin SEO (Yoast ad esempio) oppure direttamente dal backend editor del CMS che stiamo utilizzando: sappiamo che il title quasi sempre coincide con il campo titolo della pagina. Sappiamo anche che ci sono alcune “regolette” per provare a migliorare il posizionamento, a volte semplicemente cambiando un po’ il title o inserendo una parola chiave utile: tutte cose sacrosante (e di cui non abusare) che vale la pena sperimentare e capire un po’ meglio. Tuttavia c’è un problema che in pochi considerano, secondo me: Google non vede il cambiamento del title come una “regola” vera e propria. Non è detto, insomma, che se vedo una cosa del genere tra i risultati di ricerca:

il title della pagina sia per forza:

<title> Perchè il bold non serve ad ottimizzare – Capolooper.it </title>

e questo una serie di valide ragioni ed aspetti, osservabili sperimentalmente.

 

Google impiega del tempo a scansionare la pagina

Se facciamo una modifica, anzitutto, non è detto che Google la rilevi in tempo reale: se non avete fretta, aspettate pure qualche giorno e poi verificate che abbia preso le modifiche: se andate di fretta, sottoponete la pagina con il title modificato al tool di scansione. Prima regola da tenere in conto, quindi, è il tempo impiegato da crawler per ripassare sulla pagina modificata.

Pubblicità

Devi fare acquisti per la tua azienda? Prova Amazon Business

Google potrebbe aggiungere il nome del sito

Questa è una cosa che Google fa in molti casi, anche quando nel title non è presente il nome del brand o del sito; in molti casi, lo aggiunge e basta. C’è poco da fare in questi casi, e questo ha rafforzato una sensazione che ho da molti anni, ormai, che purtroppo è difficile da verificare con certezza ma che sembra se non altro ragionevole. Quindi un title come:

“Pippi Pappo Leader nel settore”

potrebbe diventare (senza la nostra volontà):

“Pippi Pappo Leader nel settore – pippipappo.it

Il title dipende anche dalla ricerca che fate

Questa è una cosa incredibilmente sottovalutata da chi usa Google o da chi si spaccia per SEO esperto, questa qui: ma il title sembra dipendere anche dalla ricerca che fate. Non è che Google fissi un title in modo monolitico e lo adatti come risultato di ricerca ovunque, insomma. Prova ne sia il fatto che molte pagine web possono essere indicizzate più volte con title diversi l’uno dall’altro, proprio perchè è perfettamente plausibile che su una pagina arrivi traffico da qualsiasi ricerca e da tutte le varianti della coda lunga, ad esempio.

Pubblicità
LEGGI ANCHE:   La SEO spiegata a mio zio bravo col computer

Google si potrebbe basare sulle anchor text dei backlink al sito per dedurre il title

È chiaro, in sostanza, che il title può essere coincidente con quello che vediamo nei risultati di ricerca, ovviamente; ma questo non vuol dire che avvenga sempre e con certezza assoluta. In molti casi Google potrebbe ricavare il title più adatto anche dai backlink che puntano alla pagina, motivo per cercare di scriverli sempre con cura quando fate link building. Poi, altro aspetto fondamentale, se Google aggiunge il nome del sito potrebbe dipendere anche dal gran numero di anchor text brand che puntano al sito (faccio solo ipotesi speculative, prendetemi con le pinze).

Ci sono anche ulteriori fattori che potrebbero infuenzare i title che non “comandano” in SERP: differenze tra versione scansionata ed indicizzata, tentativi eccessivamente manipolativi, problemi di parsing nel title (tipico nel caso in cui, ad esempio, vediamo bene un title nel sito e lo vediamo male in SERP: Screaming Frog può aiutare, in queste situazioni).

LEGGI ANCHE:   Alcune cose fondamentali per ottimizzare un sito multilingua

 

Photo by Oleg Ivanov on Unsplash
Google non prende per forza il valore del title che vuoi tu: ecco perchè
Valutazione: 4/5 basata su 552 votanti.
Parliamo di SEO: ecco alcuni dettagli su come ottimizzare. Per un preventivo gratis contattami.